Immigrazione da Investimenti

Assistenza nell’ottenimento dei visti USA per investitori

Data la difficoltà sempre crescente di ottenere un visto di lavoro, in molti optano di immigrare negli Stati Uniti con un visto da investimenti; questi, sono messi a disposizione dalla legge sull’immigrazione americana per gli investitori che cercano di entrare negli Stati Uniti con lo scopo di dedicarsi a nuove (o esistenti) imprese commerciali che incrementino l’economia degli Stati Uniti tramite la creazione di nuovi posti di lavoro e di ingenti investimenti di capitali.

Infatti, al contrario di molti visti di lavoro e per ricongiungimento familiare, molto difficili da ottenere se non si hanno familiari con la cittadinanza americana, i visti per investire in America non sono soggetti a quote annuali, e non richiedono la sponsorizzazione da parte di un cittadino o azienda americana, inoltre altro aspetto da non sottovalutare l’investitore può portare con se i suoi familiari.

Le leggi degli Stati Uniti permettono agli investitori stranieri di vivere e lavorare per un periodo limitato o in modo stabile nel paese. Tuttavia, i soldi devono provenire direttamente dall’investire, e non da terze parti, come ad esempio finanziatori, investitori passivi, etc.

In altre parole, il denaro da investire non può provenire da un prestito, a meno che questo sia garantito dai propri beni, come ad esempio un terreno o un immobile.

Quale Avvocato a New York, mi occupo di ogni questione d’immigrazione, come visti di lavoro, Green Card per ricongiungimento familiare, e richieste per la cittadinanza americana.

Tuttavia, la mia attività è concentrata in immigrazione da investimenti. Sono uno dei pochissimi (se non l’unico) Avvocato italiano ad avere esperienza diretta con i visti da investimenti e il sistema d’immigrazione in generale, avendo avuto lo status di investitore E-2 prima di diventare cittadino americano.

Offro assistenza legale qualificata e completa in ogni aspetto dell’investimento, dal progetto iniziale all’approvazione dei visti per l’investitore e i suoi membri familiari, inclusi:

  • Analisi del piano d’impresa (Business Plan), per verificare che l’entità dell’investimento sia oltre il minimo richiesto dalla legge americana;
  • Acquisizione societaria (nei casi d’investimento in società esistenti), per la tutela dell’investitore contro rischi di frodi o condizioni contrattuali sfavorevoli;
  • Costituzione societaria, per la scelta del tipo di società più adeguata alle esigenze dell’investitore;
  • Contratti d’acquisto o locazione commerciale per la sede della nuova società oggetto dell’investimento;
  • Scelta del tipo di visto più adatto al caso;
  • Visti di lavoro per i dipendenti essenziali dell’azienda.

 

Ho rappresentato decine di clienti che hanno investito in America in varie tipologie di aziende, tra cui attività di ristorazione, studi professionali, società di costruzioni, ed inclusi importatori di olio, vini, e prodotti caseari.

TIPOLOGIE DI VISTI DA INVESTIMENTO

Questa di seguito è una panoramica dei visti da investimento disponibili in USA:

  • Visto B1 per Business temporaneo, concesso per ingressi di massimo 1 anno;
  • Visto E1 per attività di Import/Export, concesso per 5 anni ma con possibilità di periodi di proroga di due anni l’uno;
  • Visto E2, per Investimenti sostanziali in un’attività commerciale USA, concesso generalmente per 5 anni;
  • Visto H1B, per investitori con qualifiche accademiche, concesso per massimo sei anni;
  • Visto L1, per trasferimenti societari e apertura di una nuova sede aziendale negli Stati Uniti;
  • Visto EB5, (Green Card) per emigrare permanentemente negli Stati Uniti tramite un investimento che varia tra 500 mila dollari e 1 Milione di dollari in un azienda che crea almeno 10 posti di lavoro per cittadini americani.

 

Le quattro categorie per quest’ultimo visto sono:

  • C5, per coloro che investano nelle imprese al di fuori delle aree interessate;
  • T5, per coloro che creino nuovi posti di lavoro nelle zone rurali con un alto tasso di disoccupazione;
  • R5, per coloro che investano in “Immigrant Investor Pilot Programs“, al di fuori delle aree mirate;
  • I5, per coloro che investano in “Immigrant Investor Pilot Programs” in aree mirate.

 

Invio di personale negli Stati Uniti

In alcuni casi, si può ottenere un visto da investitore anche come dipendente di un’azienda. Spesso, un’azienda ha la necessità di inviare personale negli Stati Uniti per svolgere mansioni a breve, medio, o lungo termine.

Il visto E-1 o E-2 può essere concesso ai dipendenti di un’azienda estera che hanno la necessità di recarsi egli Stati Uniti a lavorare per la filiale americana dell’azienda.

I requisiti per un visto E-1 o E-2 come dipendente sono:

  • Che il candidato sia della stessa nazionalità di almeno il 51% della proprietà dell’azienda estera;
  • Che il candidato sia un Manager o un dipendente essenziale con speciali qualifiche.

 

Nel valutare le domande di visti di lavoro E-1 o E-2, vengono valutati:

  • Il grado di esperienza del candidato;
  • Il livello delle qualifiche del candidato;
  • Il salario offerto al candidato;
  • Se ci sono lavoratori negli Stati Uniti con simili qualifiche.

 

Per una valutazione iniziale gratuita del tuo caso, compila il modulo di contatto in basso alla pagina.