Il modulo N600K è utilizzato per richiedere la naturalizzazione e cittadinanza americana di un bambino di età inferiore ai 18 anni che risiede regolarmente al di fuori degli Stati Uniti. Un’ammenda della sezione 322(a) dell‘ INA (Immigration and Naturalization Act) (8 U.S.C. 1433(a)) consente la naturalizzazione di un minorenne nato all’estero ma con un nonno cittadino americano che abbia vissuto almeno cinque anni negli Stati Uniti (due dei quali, dall’età di 14 anni).

Questa procedura è elaborata negli Stati Uniti e non in un’ambasciata americana con sede all’estero. Funziona anche se il nonno è deceduto, ma deve essere fatta prima della maggior età del bambino.

I requisiti per ottenere la cittadinanza americana tramite il modulo N600K ai sensi della sezione 322(a) dell‘ INA sono i seguenti:

  1. Il minore non è sposato ed è figlio naturale o adottato di un cittadino americano;
  2. Il Dipartimento d’Immigrazione Americano (USCIS, U.S. Citizenship and Immigration Services) deve poter amministrare e conferire la “Oath of Allegiance” (il giuramento di fedeltà, la tappa finale del percorso verso la cittadinanza americana), al minore, prima del compimento dei suoi 18 anni;
  3. Il minore risiede regolarmente al di fuori degli Stati Uniti;
  4. Il minore deve essere sotto la custodia legale e fisica di un genitore cittadino americano;
  5. Il genitore deve essere stato presente negli Stati Uniti per un periodo totale di almeno 5 anni, 2 dei quali posteriori all’età di 14 anni.

L’emendamento (public law 107-273) alla sezione 322(a) dell’INA, ha messo a disposizione la procedura facilitata di naturalizzazione ai figli di cittadini americani nati all’estero e che non soddisfano i requisiti di residenza. Se il genitore non è in grado di soddisfare questo requisito (punto 5), il nonno o la nonna possono soddisfare questo requisito di residenza al posto del genitore del bambino. Nel caso in cui il genitore sia venuto a mancare, il modulo può essere presentato dal nonno (o da un tutore legale) entro i cinque anni dal decesso. In tal caso, non è necessario che il minore risponda al requisito di custodia fisica e legale (punto 4).

  1. Infine, il minore deve essere temporaneamente presente negli Stati Uniti al momento del colloquio e in uno status legale che gli permetta un soggiorno regolare negli Stati Uniti.

La procedura richiede il completamento del modulo N600K tramite l’USCIS e un appuntamento programmato negli Stati Uniti. Dal 30 ottobre 2011, tutte le richieste di naturalizzazione ai sensi della sezione 322 devono essere inviate all’USCIS di Phoenix (Arizona). Il colloquio e il giuramento si svolgeranno in un altro ufficio USCIS designato negli Stati Uniti.

Altri documenti da inviare con l’applicazione includono: due foto a colori formato fototessera, una copia del certificato di nascita del minore, una copia del certificato di nascita del nonno, prova di cittadinanza americana del nonno, la prova di custodia o tutela legale, certificato di matrimonio, la documentazione che attesti che il nonno ha vissuto negli Stati Uniti per almeno cinque anni e una copia del certificato d’adozione. Nel caso di un minore adottato, il processo di adozione deve essersi concluso prima del compimento dei suoi 16 anni. Il minore deve inoltre essere sotto la custodia fisica e legale del(i) genitore(i) da almeno due anni prima della richiesta ai sensi della sezione 322 dell’INA.

La tassa per il modulo N600K è di $ 1,170. Se la USCIS comunicherà la temporanea approvazione della domanda, verrà fissato un colloquio dove dovranno essere presenti il nonno ed il bambino. Se si passa il colloquio, il bambino potrà fare il giuramento per l’ottenimento della cittadinanza americana. L’aiuto e le informazioni di un avvocato con esperienza con sul modulo N600K possono agevolare il corretto ottenimento della cittadinanza americana tramite un nonno.