Visto H-2A

Il visto H-2A permette a un datore di lavoro o imprenditore statunitense di far entrare cittadini stranieri negli Stati Uniti, per svolgere lavori agricoli temporanei o stagionali.

Un datore di lavoro o un’associazione di produttori agricoli degli Stati Uniti deve presentare il modulo I-129 (Petition for a Nonimmigrant Worker) per il lavoratore e soddisfare i seguenti requisiti:

  • Deve offrire un lavoro di natura temporanea o stagionale;
  • Deve dichiarare di aver cercato di assumere lavoratori statunitensi ma che non ci sono sufficienti lavoratori che siano in grado di svolgere il lavoro richiesto;
  • Deve dimostrare che l’occupazione dei lavoratori H-2A non pregiudicherà i salari e le condizioni di lavoro dei lavoratori americani;
  • Il salario deve essere lo stesso per i lavoratori americani e i possessori di visto H-2A;
  • Deve offrire a ogni lavoratore lavoro per almeno tre quarti dei giorni lavorativi del periodo contrattuale. Se offre meno lavoro, è obbligato a pagare l’importo che avrebbe guadagnato se avesse lavorato il periodo stipulato nel contratto;
  • Deve fornire tre pasti al giorno per ciascun lavoratore o arredare una cucina a uso comune dei lavoratori;
  • Deve coprire i costi di strumenti e rifornimenti necessari per l’esecuzione del lavoro, senza alcun costo per il lavoratore;

 

Il lavoratore, deve invece avere un’offerta di lavoro da parte di un datore di lavoro americano e deve dimostrare di voler rientrare nel proprio paese di origine, una volta scaduto il visto (intento non-immigrante).

Le dinamiche del procedimento iniziano con la richiesta, da parte del datore di lavoro, di un certificato al Dipartimento del Lavoro (DOL), prima di richiedere un H-2A al Dipartimento d’Immigrazione Americano (USCIS). Dopo aver ricevuto un certificato di lavoro temporaneo come H-2A, il datore presenta poi il modulo I-129 all’USCIS.

Il visto H-2A è concesso per il tempo indicato nel certificato di lavoro temporaneo, per un massimo di un anno e con proroghe di 1 anno ciascuna. Ogni proroga deve essere accompagnata da un nuovo certificato di lavoro temporaneo, della stessa durata del visto. Il periodo massimo con un visto H-2A è di 3 anni.

Visto H-2B

Il visto H-2B permette a datori di lavoro americani di far arrivare lavoratori stranieri negli Stati Uniti per dedicarsi a lavori non agricoli temporanei o stagionali.

Tra i vari impieghi vengono considerati: addestratore di animali, macellaio, giardiniere, pilota di elicottero, apicoltore, maniscalco, assistente di volo ecc.

Il datore di lavoro americano deve presentare il modulo I-129 (Petition for a Nonimmigrant Worker) per il lavoratore e soddisfare i seguenti requisiti:

  • Deve dichiarare di aver cercato di assumere lavoratori statunitensi ma che non ci sono sufficienti lavoratori che siano in grado di svolgere il lavoro richiesto;
  • Deve dimostrare che l’occupazione dei lavoratori H2-B non pregiudicherà i salari e le condizioni di lavoro dei lavoratori americani;
  • Deve offrire un lavoro di natura temporanea o stagionale.

 

Il lavoro è considerato temporaneo o stagionale, se si tratta di:

  • Necessità occasionale: un evento di breve durata che ha creato la necessità di richiedere un lavoratore a tempo determinato;
  • Necessità stagionale: è legata ad un evento o un motivo in una determinata stagione dell’anno o di natura ricorrente. L’occupazione non è stagionale se il periodo durante il quale è necessario il servizio o il lavoro è imprevedibile, suscettibile di modifiche o se è considerato un periodo di vacanza per i dipendenti fissi del datore di lavoro;
  • Necessità per sovraccarico: per integrare temporalmente del personale, a causa di una esigenza stagionale o di breve durata
  • Necessità intermittente: se di tanto in tanto il datore ha bisogno di lavoratori per svolgere servizi o manodopera per brevi periodi.

 

Il lavoratore, deve invece avere un’offerta di lavoro da parte di un’azienda americana e deve dimostrare di voler rientrare nel proprio paese di origine una volta scaduto il visto (intento non-immigrante).

Le dinamiche del procedimento iniziano con la richiesta, da parte del datore di lavoro, di un certificato al DOL, prima di richiedere un H-2B alla USCIS. Dopo aver ricevuto un certificato di lavoro temporaneo come H-2B, il datore presenta successivamente il modulo I-129 all’USCIS.

USCIS concede il visto H-2B per il tempo indicato nel certificato di lavoro temporaneo, per un massimo di un anno e con proroghe di 1 anno ciascuna. Ogni proroga deve essere accompagnata da un nuovo certificato di lavoro temporaneo, della stessa durata del visto. Il periodo massimo con un visto H-2B è di 3 anni.

Una volta sfruttati i 3 anni con un visto H-2A o H-2B, si deve ripartire e rimanere al di fuori degli Stati Uniti per un periodo ininterrotto di 3 mesi prima di essere riammesso con un altro H2.

I familiari di un titolare di un visto H2 (coniuge e i figli non sposati e di età inferiore ai 21 anni) possono ottenere un visto H-4.