Difesa Penale Internazionale

Avvocato Penalista a New York

Il termine “crimine internazionale” include un’ampia categoria di reati, tra cui:

  • Terrorismo;
  • Traffico di armi e droga;
  • Crimine organizzato;
  • Crimini informatici;
  • Crimini finanziari (riciclaggio di denaro, reati fiscali);
  • Crimini contro l’umanità (genocidio, crimini di guerra);
  • Tratta di esseri umani;
  • Corruzione all’interno di organizzazioni internazionali;
  • Furto o commercio di antichità e artefatti.

 

New York Daily News, 21 Aprile 2017

Il caso di “Click Fraud” e Hacking internazionale

Lo scorso Luglio 2017, ho difeso Fabio Gasperini, un cittadino italiano arrestato in Olanda ed estradato negli Stati Uniti con accuse di hacking internazionale, frode bancaria, e riciclaggio di denaro. Secondo le accuse, Gasperini avrebbe creato e gestito una botnet di 140.000 computers sparsi nel mondo, al fine di perpetrare una “click fraud”. Gasperini rischiava fino a 70 anni di reclusione.

Quello di Gasperini non era certo il primo caso di “click fraud”, bensì il primo in assoluto a essere giudicato da una giuria federale dato che, in tutti i precedenti casi, gli imputati si erano dichiarati colpevoli. Per questo motivo, il caso ha suscitato l’attenzione di molti esperti informatici e testate giornalistiche di livello internazionale, come ad esempio il Wall Street Journal.

Caso Penale Internazionale

HackinItaly – Polizia di Stato

In un’operazione congiunta tra FBI e Polizia Postale italiana, denominata “HackinItaly”, il governo americano era riuscito ad ottenere computers sequestrati a casa di Gasperini, cosi come il contenuto integrale dei suoi indirizzi email, estratti conto bancari, e l’immagine ISO di un server che aveva utilizzato per scopo personale.

Durante il suo processo, durato due settimane, il governo americano ha offerto la testimonianza di esperti informatici, agenti FBI, agenti di polizia italiani e olandesi, proprietari di aziende di hosting, e proprietari di aziende i cui computer sarebbero stati parte della botnet in questione.

Dopo due giorni di deliberazioni, la giuria ha emesso un verdetto di non colpevolezza per tutte le accuse di reato (“felony”), condannando Gasperini a un solo capo contravvenzionale (“misdemeanor”). Gasperini è stato scarcerato e rimandato in Italia qualche settimana dopo il verdetto. Leggi la trascrizione del verdetto della giuria.

Gasperini era stato estradato negli Stati Uniti appena 93 giorni prima dell’inizio del suo processo, un tempo record rispetto ad altri casi di livello internazionale, che invece normalmente si protraggono per anni, e molto raramente terminano con un risultato cosi positivo.

Processo per Hacking Internazionale

Law 360

Diritto Internazionale Penale

Il processo di Fabio Gasperini implicava l’applicazione e interpretazione di varie norme di diritto internazionale penale, come ad esempio:

  • Trattati di Estradizione Internazionale;
  • Validità del mandato di arresto internazionale;
  • Trattati per Reciproca Assistenza Legale (MLAT);
  • Riconoscimento delle norme di procedura penale italiana negli Stati Uniti;
  • Ammissibilità di prove ottenute fuori degli Stati Uniti;
  • Applicazione extraterritoriale di leggi americane.

 

La difesa penale internazionale è estremamente complicata, e richiede una conoscenza avanzata delle leggi di più paesi. Grazie alle mie qualifiche accademiche ed esperienza professionale, ho le competenze per rappresentare clienti nei più complessi casi di diritto internazionale penale riguardanti l’Italia e gli Stati Uniti. Non molti avvocati possono dire di aver mai patrocinato un caso penale internazionale. A parte me, pochi altri avvocati al mondo possono dire di averne vinto anche solo uno.

Difesa penale federale

Nel corso della mia carriera di avvocato, ho difeso clienti accusati di gravi crimini, come ad esempio:

  • Tentato omicidio;
  • Lesioni aggravate;
  • Possesso e spaccio di sostanze stupefacenti;
  • Possesso illegale di armi da fuoco;
  • Furto, rapina, e ricettazione;
  • Furto d’identità e frode di passaporto;
  • Frode bancaria;
  • Riciclaggio di denaro;
  • Intrusione informatica;
  • Frode di matrimonio.

 

Sono ammesso al patrocinio di fronte ai tribunali statali e federali degli Stati di New York e New Jersey, oltre alle corti federali del Connecticut. Raramente, ma spesso in casi di alto profilo, rappresento clienti anche in altre giurisdizioni.

Ad esempio, nel 2014 ho rappresentato uno dei cinque imputati in un complicato caso di frode pendente di fronte alla Corte Federale di Miami (Southern District of Florida). Vedi USA v. Bjelovic et. al, 14-cr-60026.

Il mio cliente, originario della Serbia, era inizialmente investigato di traffico internazionale di stupefacenti, ma in ultimo accusato di molteplici capi di concorso in frode di matrimonio, frode di passaporto, e falsa testimonianza. Leggi l’atto di rinvio a giudizio (“indictment”). Per queste accuse, rischiava fino a 10 anni di carcere, oltre alla revoca della sua cittadinanza americana e conseguente espulsione al suo paese di origine.

Dopo essere stato ammesso pro hac vice nella Southern District of Florida, ho presentato un’istanza di archiviazione, argomentando l’insussistenza dei reati e altri vizi di forma.

Tutte le accuse sono state poi archiviate prima del processo.

Difesa penale

Decreto di archiviazione

Recensione Srdjan Jovcic

Casi di estradizione

L’estradizione è un processo in cui un paese richiede l’assistenza di un altro paese per arrestare e consegnare una persona accusata di un crimine nel primo paese, ma che si trova nel secondo paese. Le richieste di estradizione sono generalmente autorizzate da trattati di estradizione tra i due paesi. Se non esiste un trattato internazionale di estradizione tra i due paesi, i paesi possono ancora accettare di aiutarsi a vicenda a seconda del caso specifico e di eventuali considerazioni politiche.

Un trattato di estradizione è un accordo formale tra due paesi che autorizza i governi dei due paesi ad aiutarsi reciprocamente nell’arrestare e rimpatriare le persone accusate di aver commesso un crimine nell’altro paese. Un trattato di estradizione stabilisce i requisiti generali e le procedure per inoltrare una richiesta di estradizione.

Gli Stati Uniti hanno trattati di estradizione con diversi paesi, tra cui l’Italia. Quasi tutti questi trattati di estradizione si basano sullo standard legale di “doppia criminalità”. Secondo questo principio, una persona non può essere estradata da un paese all’altro, se non quando la condotta costituisca reato in entrambi i paesi. Il nome del reato non deve essere lo stesso, ma la fattispecie del caso deve essere una violazione delle leggi penali di entrambi i paesi.

Limiti sull’estradizione

Non tutte le nazioni estradano i loro cittadini in un altro paese, come ad esempio la Francia e Israele. Alcuni paesi si rifiutano di estradare persone negli Stati Uniti quando c’è il rischio di applicazione della pena di morte.

La maggior parte dei paesi non accetta richieste di estradizione per crimini considerati a sfondo politico, o per altri motivi previsti nel trattato di estradizione, come ad esempio alcuni reati militari. Molti trattati contengono disposizioni che impediscono l’estradizione se la persona è già stata processata e condannata, oppure assolta dalle accuse. Infine un paese può anche scegliere di rifiutarsi di estradare un individuo per motivi umanitari o di politica estera internazionale.

La maggior parte dei trattati di estradizione contiene una disposizione nota come “regola della specialità”. Questa regola prevede che una persona estradata possa essere perseguita solo per il reato elencato nella richiesta di estradizione. La regola serve ad assicurare che una persona non sia estradata con un pretesto, per poi essere processata per un reato per il quale l’estradizione non sarebbe permessa.

Trattati di assistenza legale reciproca

I trattati di assistenza legale reciproca (MLAT) generalmente richiedono alle nazioni di condividere informazioni e prove in un procedimento penale internazionale. Gli Stati Uniti hanno stipulato questo tipo di accordi con oltre 60 nazioni. Normalmente questi accordi sono mirati a combattere reati di livello internazionale, quali riciclaggio di denaro, traffico di droga, e traffico di armi.

Gli obblighi legali che un trattato MLAT crea nei confronti di un paese firmatario possono includere:

  • Convocazione di testimoni;
  • Arresto e/o localizzazione di persone d’interesse;
  • Produzione di documenti o prove, come ad esempio transazioni bancarie e intercettazioni telefoniche;
  • Emissione di mandati di perquisizione.

 

Quali sono le cose da evitare in caso di arresto di un familiare all’estero?

L’arresto di un familiare all’estero crea un comprensibile senso di forte sconforto e disperazione, che però molto spesso porta a decisioni affrettate e dannose. Questi sono i 2 errori più comuni da evitare.

  1. Fare troppo affidamento al Consolato Italiano.

In casi del genere, contattare il consolato italiano è probabilmente la cosa più intuitiva. Questo perché, secondo le norme di diritto internazionale penale, un individuo arrestato in un paese estero ha il diritto di mettersi in contatto con le autorità consolari del proprio paese. In alcuni casi, è proprio il consolato italiano a mettersi in contatto con la famiglia dell’arrestato. Tuttavia, al contrario di altri paesi civili, lo Stato italiano si distingue per il suo interesse pressoché inesistente nel tutelare i propri cittadini all’estero.

I funzionari del consolato italiano vi raccomanderanno un avvocato del posto. Spesso, la raccomandazione dell’avvocato non è basata sull’effettivo merito professionale. Ad esempio, il consolato italiano aveva raccomandato a Fabio Gasperini di farsi rappresentare da un avvocato di “loro fiducia” che non aveva neppure mai trattato un caso federale.

  1. Contattare un avvocato italiano

Per quanto approfonditamente un avvocato italiano possa conoscere il diritto internazionale penale, a poco serviranno queste conoscenze all’estero. Che si faccia o meno chiamare avvocato internazionale, un avvocato italiano che è abilitato solo in Italia non può esercitare la professione al di fuori dei confini nazionali. Nel caso non riusciate a trovare un avvocato del posto che parli italiano, potrete semplicemente ingaggiare un interprete.

Se un tuo familiare è stato arrestato negli Stati Uniti, o ha un mandato d’arresto internazionale pendente nei suoi confronti, contatta un avvocato italiano a New York.