Immigrazione USA, l'azione esecutiva di Obama nelle mani di 3 giudici

Posted By Simone Bertollini || 23-Apr-2015

Il destino su azioni esecutive sono state rinviate dal Presidente Barack Obama è in mano a tre giudici, nominati da tre diverse amministrazioni presidenziali.

Il 17 Aprile, La Corte d'Appello del Quinto Circuito ha ascoltato gli argomenti a favore, e contro, i programmi di azione differita di Obama. Il programma di azione differita, chiamato "Deferred Action for Childhood Arrivals"(DACA) e "Deferred Action for Parental Accountability" (DAPA) fornirebbe a circa 4,9 milioni di immigrati clandestini l'autorizzazione di lavoro per 3 anni.

Mentre "DACA" esiste dal 2012, Obama ha annunciato nuove linee guida il novembre scorso. Gli aggiornamenti delle linee guida "DACA" e dei programmi "DAPA" sono stati, tuttavia, bloccati da un giudice del tribunale distrettuale del Texas, menzionando che Obama si è spinto troppo oltre i suoi privilegi esecutivi.

La quinta Corte d'Appello ha ascoltato due ore di argomentazioni il 17 Aprile dai parte dei ricorrenti e i convenuti, a cui è stata data un'ora ciascuno. I ricorrenti, che rappresentano il Dipartimento di Giustizia americano, stanno tentando di annullare il provvedimento provvisorio disposto dal giudice Andrew Hanen, dopo che 26 stati Americani hanno cercato di bloccare i programmi di azione posticipata. Come ha osservato il New York Times, il lasso di tempo di un'ora era il doppio di quello che di solito è concesso agli avvocati che che dibattono casi di fronte alla Corte Suprema.

I tre giudici della quinta Corte d'Appello non hanno fornito una data per quando avrebbero annunciato la loro decisione.

Un giudice, Jennifer Elrod, è stato nominato dal presidente George W. Bush. Il collega, Giudice della Quinta Corte d'Appello Stephen Higginson è stato nominato da Obama. Il terzo giudice, Scott Keller, è stato nominato dal presidente Ronald Reagan.

La causa civile, creata dall'allora procuratore generale del Texas Greg Abbott e ora guidata dal corrente procuratore generale Ken Paxton, sottolinea che le azioni esecutive in materia di immigrazione di Obama erano incostituzionali. In una dichiarazione rilasciata il 17 aprile, Paxton ha detto che l'esecutivo non è in grado di creare nuove leggi e che l'amministrazione Obama si è opposta alla separazione dei poteri.

"L'amministrazione Obama ha sfidato questo principio fondamentale nel momento in cui ha bypassato i nostri leader eletti nel riscrivere le politiche nazionali sull'immigrazione, garantendo benefici federali e statali ad immigranti criminali" ha aggiunto Paxton.

"Lo Stato di diritto è importante, e siamo fiduciosi nelle nostre argomentazioni prima del Quinto Circuito (lo scorso Venerdì), mentre continuiamo a difendere i nostri cittadini contro il piano di amnistia incostituzionale del presidente Obama."

Gli altri 25 Stati uniti nella causa con il Texas sono Alabama, Arizona, Arkansas, Florida, Georgia, Idaho, Indiana, Kansas, Louisiana, Maine, Michigan, Mississippi, Montana, Nebraska, Nevada, North Carolina, North Dakota, Ohio, Oklahoma, South Carolina, South Dakota, Tennessee, Utah, West Virginia e Wisconsin.

Contattaci

Hai domande? Compila le informazioni qui sotto per ricevere una risposta immediata.

Invia il tuo messaggio
New York Immigration Attorney

Office Location:

Law Offices of Simone Bertollini
New York Immigration Attorney
450 Seventh Avenue,
Suite 1408,

New York, NY 10123
Telefono Locale: 212.235.1525
Indicazioni [+]

Chiama per una consulenza

212.235.1525

Seguici su:

The information on this website is for general information purposes only. Nothing on this site should be taken as legal advice for any individual case or situation. This information is not intended to create, and receipt or viewing does not constitute, an attorney-client relationship.