L'ordine esecutivo di Obama potrebbe concedere documenti a molti, almeno per ora

Posted By Simone Bertollini, Esq. || 16-Nov-2014

Le modifiche al sistema d'immigrazione che il presidente Obama dovrebbe annunciare già questa settimana potrebbe offrire documenti per ben cinque milioni di immigrati nel paese illegalmente, quasi il doppio del numero che degli illegali che ricevettero l'amnistia nel 1986.

A differenza di quella legge, che ha concesso la residenza permanente (Green Card) a 2,7 milioni di immigrati, l'azioni esecutiva di Obama non fornirà solamente fornirà uno status d'immigrazione temporaneo per evitare la continua espulsione di immigrati.

Questa mossa, tuttavia, avrebbe una grande e rapido impatto sulla vita quotidiana di molte famiglie di immigrati, eliminando il timore che i parenti possono essere separati l'uno dall'altro da deportazioni. Molti immigrati riceveranno anche un permesso di lavoro, che darà loro numeri di previdenza sociale (Social Security Number) e permettere loro di lavorare legalmente con il proprio nome e viaggiare all'interno degli Stati Uniti, anche se non all'estero. In alcuni stati, saranno in grado di ottenere patenti di guida e certificati professionali.

Mentre l'effetto pratico delle misure potrebbe essere ampio, giuridicamente sarà limitata, fornendo solo proroghe temporanee dalla deportazione. Il Congresso potrebbe cambiare le regole impostate da Obama, e il prossimo presidente potrebbe persino annullare il programma, lasciando gli immigrati alla luce del sole e ancora più esposti a procedimenti di espulsione.

Obama ha detto di aver deciso di prendere queste misure dopo che la proposta di riforma della legge d'immigrazione approvata al Senato è morta quest'anno alla Camera, che è controllata dai repubblicani.

I suoi piani per agire unilateralmente hanno fatto infuriare i repubblicani.

Il presidente della Camera, John Boehner, ha detto che i repubblicani dovranno "combattere il presidente con i denti e le unghie", e che stanno valutando se provare a paralizzare i piani di Obama con azioni legali.

Secondo i funzionari dell'amministrazione che hanno familiarità con il piano, il presidente sospenderà la deportazione e concederà permessi di lavoro per le persone nel paese illegalmente, i cui figli sono cittadini americani o residenti permanenti legali, se i genitori hanno vissuto qui per almeno cinque anni. Ben 3,3 milioni di immigrati potrebbero essere ammissibili in questo programma.

I funzionari sperano che, concentrando il programma sui cittadini americani e residenti legali, riusciranno a smussare l'opposizione dei repubblicani. Dopo tutto, i bambini americani non possono essere espulsi dal proprio paese, e le deportazioni dei loro genitori hanno lasciato molti bambini orfani.

La Casa Bianca sta anche considerando l'espansione di un programma di Obama è iniziato nel 2012, chiamato azione differita, o DACA, che ha dato proroghe simili a quasi 600.000 giovani immigrati che sono venuti negli Stati Uniti da bambini. Più di altri 700.000 giovani potrebbero essere ammessi con il nuovo programma.

I funzionari della Casa Bianca hanno rifiutato di commentare sui piani. Dicono che le decisioni finali non sono ancora state fatte, o se saranno annunciati questa settimana o nel mese di dicembre.

Gli avvocati dell'amministrazione Obama hanno detto che stanno preparando i loro piani in conformità dell'autorità esecutiva che la costituzione concede al presidente degli Stati Uniti.

Contattaci

Hai domande? Compila le informazioni qui sotto per ricevere una risposta immediata.

Invia il tuo messaggio
New York Immigration Attorney

Office Location:

Law Offices of Simone Bertollini
New York Immigration Attorney
450 Seventh Avenue,
Suite 1408,

New York, NY 10123
Telefono Locale: 212.235.1525
Indicazioni [+]

Chiama per una consulenza

212.235.1525

Seguici su:

The information on this website is for general information purposes only. Nothing on this site should be taken as legal advice for any individual case or situation. This information is not intended to create, and receipt or viewing does not constitute, an attorney-client relationship.