Come funziona il Visa Waiver Program?

Posted By Simone Bertollini || 20-Mar-2014

Il Visa Waiver Program (VWP) consente ai cittadini di un ristretto numero di Paesi qualificati (tra cui l'Italia) di viaggiare negli Stati Uniti per turismo o per affari, senza visto, sempre e quando il soggiorno sia inferiore o uguale ai 90 giorni e quando si soddisfino tutti i requisiti del programma di esenzione dal visto. Non possono estendere o cambiare il loro status e devono partire entro i 90 giorni dalla data del loro arrivo.

Il possesso di un biglietto di ritorno e il mantenimento "di forti legami" con il paese di provenienza sono altri due requisiti fondamentali. Inoltre il transito e il viaggio attraverso gli Stati Uniti, il Canada o il Messico è generalmente consentito per i viaggiatori VWP.

I viaggiatori devono essere abilitati ad utilizzare il VWP, e devono essere in possesso di un valido Electronic System for Travel Authorization (ESTA). Tutti i viaggiatori che intendono recarsi negli USA nell'ambito del programma "Viaggio senza Visto" devono ottenere un'autorizzazione ESTA, da richiedere almeno tre giorni prima di salire in aereo o di imbarcarsi via mare. Tale autorizzazione a viaggiare ha una durata di due anni dal momento del suo rilascio oppure fino alla scadenza del passaporto, se precedente. In caso di rifiuto all'autorizzazione, si dovrá ricorrere all'ambasciata americana per richiedere un visto.

Se ci si reca negli USA per affari, le attività da svolgere devono limitarsi a: consultarsi con colleghi di lavoro; partecipare a una convention educativa, professionale o aziendale o ad una conferenza scientifica; frequentare corsi di formazione; negoziare un contratto.

Se invece ci si reca negli USA per turismo, le attività devono limitarsi alla vacanza; alla visita con amici o parenti; al trattamento medico; alla partecipazione a eventi sociali ospitati da organizzazioni sociali o di servizio; alla partecipazione di persone dilettanti in musica, sport, eventi o concorsi simili, senza essere stato pagato per tale partecipazione; all'iscrizione ad un breve corso di studio, non per optare alla laurea (un breve corso di sub mentre si è in vacanza per esempio).

Se ci si dirige per studi (universitari per esempio), per lavorare o per cercare residenza permanente negli Stati Uniti, non si può ricorrere al VWP e viene richiesto un visto per recarsi negli USA.

Rimanere negli Stati Uniti per più di 90 giorni

Nel 1996 il Congresso Americano approvò la Illegal Immigration Reform and Responsibility Act (IIRAIRA). Questa riforma racchiudeva una serie di leggi volte a scoraggiare e punire l'immigrazione clandestina.

Precisamente, la sezione 212 della legge sull'immigrazione e la nazionalità (INA), per la prima volta impose dei limiti al rientro degli immigrati che avessero soggiornato illegalmente negli Stati Uniti per un periodo di tempo, oppure volessero lasciare gli Stati Uniti e in seguito rientrare.

Questa "punizione" è anche conosciuta come "3 –year ban" e "10-year ban".

In altri termini, a ogni immigrato che entra negli Stati Uniti illegalmente o che permane per un periodo superiore ai 180 giorni, ma inferiore a un anno dall'originale scadenza del soggiorno autorizzato, e che poi si allontana volontariamente, è impedito dall'essere riammesso nel paese per un periodo di tre anni.

Se un immigrato permane illegalmente negli Stati Uniti per più di un anno, è applicata una sospensione alla riammissione della durata di dieci anni.

Oltre a penalizzare lunghi periodi di permanenza illegali negli USA, la legge è stata pensata per fornire un incentivo, per i potenziali immigranti, ad agire secondo le regole americane, detenendoli dalla tentazione di violare la legge sull'immigrazione in cerca di una Green Card.

Milioni di immigrati clandestini potrebbero vedersi interessati. Inoltre è un luogo comune che il matrimonio con un cittadino degli Stati Uniti ed altri rapporti di parentela, autorizzino un immigrato a ottenere la Green Card. Ci sono ostacoli che spesso impediscono o ritardano tali familiari nel diventare residenti legittimi permanenti, anche se vivono già negli Stati Uniti.

Categories: Visti temporanei

Contattaci

Hai domande? Compila le informazioni qui sotto per ricevere una risposta immediata.

Invia il tuo messaggio
New York Immigration Attorney

Office Location:

Law Offices of Simone Bertollini
New York Immigration Attorney
450 Seventh Avenue,
Suite 1408,

New York, NY 10123
Telefono Locale: 212.235.1525
Indicazioni [+]

Chiama per una consulenza

212.235.1525

Seguici su:

The information on this website is for general information purposes only. Nothing on this site should be taken as legal advice for any individual case or situation. This information is not intended to create, and receipt or viewing does not constitute, an attorney-client relationship.